Casaraia, Tuscany, Wine, Oil, Italy
 

VINO
            OLIO d'OLIVA            l'AZIENDA            CONTATTI            LINKS


Vincolati da una filosofia che rispetta il territorio, l'Azienda Casa Raia aderisce strettamente ai principi della produzione biologica.


Casa Raia si trova su un promontorio annesso alla famosa città medievale di Montalcino. La tenuta, che appartenne oltre un secolo fa alla famiglia patriarcale Biondi Santi, ha visto le prime radici del travaglio San Giovese piantate nella la roccia inospitale. La casa colonica, abbandonata fino al1997, è stata amorevolmente restaurata e denominata Casa Raia in onore della nuova famiglia di Raissa Temertey.

Vignaioli Pierre Jean Monnoyer e sua moglie Kalyna hanno restaurato i vigneti con un ineguagliabile rispetto per la terra. Sposando una filosofia che è meglio descritta come "la vite determina il vino" si dedicano alla produzioni di vini naturali come espressione del loro profondo impegno verso la qualità.

La zona di produzione del vino di Montalcino è delimitato dalle valli dei fiumi Orcia Asso e Ombrone. La zona designata è quasi circolare con un diametro di 16 chilometri su di una superficie di 24.000 ettari.

Il Terreno è ricco di frammenti di roccia con il livello attivo formata dall'erosione delle rocce locali, in particolare marne e dendriti.

Il microclima, tipicamente mediterraneo, proviene da diversi orientamenti condizionali modulati delle colline circostanti. Le precipitazioni si concentrano nei mesi autunnali e tarda primavera (Media annua 700 mm). La vicinanza del Monte Amiata (1740 m altitudine a Sud-Est) fornisce una protezione naturale contro le manifestazioni eccezionalmente intense come nubifragi o grandine. Arroccato su un proprio promontorio, il terreno vede la nebbia solo dopo il raccolto mentre evita le gelate che hanno luogo prevalentamente nelle valli. Venti e brezze da varie direzioni garantiscono le migliori condizioni durante tutta l'annata. Durante l'intera fase vegetativa della vite, il clima é prevalentemente caldo e la prevalenza di giornate soleggiate garantisce una maturazione graduale e totale dei grappoli.

Nella vigna. Con l'obiettivo di mantenere la biodiversità e l'equilibrio naturale dei nostri vigneti di 30 anni, lavoriamo delicatamente il terreno in autunno per eliminare gramigna, seminiamo con una varietà di piante organiche e fiori che forniscono al suolo sostanze nutrienti e naturali.
Senza far uso di nessun pesticida o erbicida, potiamo le nostre vite secondo i cicli della luna seguendo il suo percorso discendente per quattordici giorni. Il metodo di potatura della vite é fatto con il cordone speronato, quattro speroni per tronco, e cordone doppio, sei speroni per tronco. Il tutto é ottenuto mediante potatura corta (due gemme).
Coltiviamo e raccogliamo a mano avendo cura di non danneggiare i grappoli prima di porli nella raspatrice ed ogni mezzo è accuratamente ispezionato e pulito prima di arrivare alla cantina.

Nella cantina. Facendo uso di una raspatrice, piuttosto del frantoio, permettiamo così a gli acini di cadere per gravità in un tino in rovere francese di 30hl dove l'estratto riposa alcuni giorni prima di iniziare una fermentazione naturale della buccia che così rilascerà colore e sapore. All'inizio della fermentazione, il tappo é controllato e mantenuto umido durante tre puliture giornaliere.
L'estratto é poi passato al torchio attraverso un denso filtro che eviterà ad eventuali impurità di compromettere la qualità del vino.

Il vino, viene poi trasferito in tini di rovere francesi (Taransaud) in una cantina sotterranea dove l'umidità è mantenuta tramite aperture nel pavimento sotto i barili. Durante la primavera successiva i vini sono sottoposti a fermentazione malolattica naturale che contribuisce a diminuire il tasso d'acidità. Il processo d'invecchiamento è diligentemente controllato tramite una evaporazione naturale . I barili riposano indisturbati per quattro anni così permettendo una decantazione naturale e senza filtrazione. Le diverse miscele sono fatte secondo le nostre specificazioni ed imbottigliate sul luogo.

Le nostre botti sono di quercia dura ed impermeabile che promuove nobili aromi e delicati sapori. Facciamo uso della più alta qualità del legno di rovere francese del Taransaud che il governo gestisce tagliando solo alberi di oltre 150 anni.

Il Sughero.Naturalmente biodegradabile, la corteccia della quercia da sugero, é pur sempre l'insostituibile sigillo d'un vino di alta gamma. Il nostro sughero è prodotto da una società francese ( Bourrassé) dedicata alla sostenibilità ed al rispetto dell'ambiente.